Menù

giovedì 21 maggio 2020

Imparare l’inglese da bambini.

Studiare inglese fa bene, da piccoli fa anche meglio, grazie ai corsi di inglese per bambini.

L'inglese è la lingua del presente e del futuro, apre le porte del lavoro, consente di comunicare con il resto del mondo. Studiare inglese è sempre più facile, ci sono tante risorse anche gratuite online alla portata di tutti, anche tanti corsi di inglese per bambini!

Ormai i ragazzi conoscono l'inglese che usano coi telefonini e con i social media e la facilità di viaggiare aiuta a scambiare le proprie idee anche all'estero, naturalmente sempre in inglese.

L’età per imparare l’inglese si abbassa sempre più, a scuola si comincia già a 6 anni, qualcuno anche prima. Vediamo quali sono i modi migliori per far diventare l’inglese la seconda lingua già da bambini…gratis, giocando e senza fatica!




Per i più piccoli (1-4 anni)

Imparare è facile, basta cominciare presto, quasi per gioco. 
Con gli strumenti giusti e una buona dose di divertimento, anche da parte della famiglia, si può cominciare già dalla culla, con le filastrocche per i più piccini. 

Giocare, cantare, prima ancora di parlare e scrivere. 
Così impariamo l’italiano, così possiamo imparare anche l’inglese. 
Vediamo le canzoncine e i giochi per i più piccoli, naturalmente...non da soli!

Le canzoncine più facili
Cantare è bello, fa anche bene alla salute, serve a imparare a parlare e a muoversi. All'asilo si imparano tante belle canzoncine, molte sono così famose che esistono anche in tutto il mondo, soprattutto in inglese.

Ecco alcuni esempi famosi, presi da vari siti e corsi di inglese per bambini, per imparare a cantare con tante canzoncine in inglese per bambini da cantare sia in italiano che in inglese:

  • Buon compleanno! Perché non cantarlo due volte? “Tanti auguri a te” così diventa “Happy birthday to you”.                                                                                                                               
  • I versi degli animali. Abbiamo cantato tutti “Nella vecchia fattoria” da piccoli. Allora ecco la versione in inglese: “Old McDonald had a farm”.                                                                           
  • Batti le mani! Sì, con un po’ di movimento si impara meglio! E allora “Se sei felice e tu lo sai, batti le mani” diventa “If you’re happy and you know it, clap your hands”.



Le flashcards...il vecchio memory.

Anche noi da bambini abbiamo giocato a memory (a proposito...anche questo è inglese!), bisognava ricordare la posizione delle carte con lo stesso valore per vincere. Ecco, le flashcard (letteralmente, carte lampo!) sono lo stesso, solo, con le immagini!

Si possono fare anche a casa, così i nostri piccoli disegnano. Man mano che si impara una parola, si fa il disegno su dei cartoncini. Poi, sotto la carta, dall’altro lato, si scrive la parola, il nome dell’oggetto, sia in italiano che in inglese (come “Home - Casa”).

Non ti senti sicuro del tuo inglese o non vuoi fare dei disegni poco belli? Coraggio, basta un po’ di pratica e qualche aiuto...a questo proposito, online troverai tantissime flashcard già pronte da copiare. 




Pronti per la scuola? (5-6 anni)

Diventando più grandi, per imparare ci sono molti modi in più. Oltre a cantare e giocare, si comincia a scrivere, si fanno cartelloni, si guardano i film e si interpretano anche delle storie. Tutti i corsi di inglese per bambini sono modulati sull'età.

Anche qui, l’inglese viaggia in modo parallelo con il resto, con l’italiano, ma anche, perché no, con la matematica (che bello contare “One, two, three”) con la geografia o con il calendario (“I am in Italy, today is Monday”).



Leggere e scrivere...anche in inglese.

Proprio così, le nostre classi sono piene zeppe di cartelloni, per imparare le sillabe coi disegni, per imparare a dire che oggi è martedì, che siamo in aprile, che è mattina o pomeriggio.

Imparare i mesi dell’anno, i giorni della settimana e le parole di ogni giorno è molto semplice, sono parole che ripetiamo migliaia di volte, tanto vale ripeterle anche in inglese, per imparare senza fatica!

Un altro passo è cominciare a leggere libri in inglese, magari con tante belle figure! 
Oppure, perché no, libri con qualche parola in inglese o anche con il testo in inglese di fronte!



Guarda che bel cartone! Ops...cartoon!

“I nostri figli guardano troppa TV!” Mai sentito questa lamentela? Allora perché non trasformare anche questo in un vantaggio? Con tutti i cartoni, le animazioni, i film che ci sono, si possono usare anche per imparare l’inglese.

Trovare dei bei film per bambini in inglese non è difficile, anzi! Con un DVD si risolve già molto. Primo passo, guardare una bella storia, insieme. Poi, si può riguardare lo stesso filmato in inglese, MA con i sottotitoli in italiano. 

Ultimo passo, guardare il film senza sottotitoli, solo in inglese. Ormai i bimbi imparano i dialoghi, a volte anche a memoria. Ci sono sempre delle frasi, delle battute che fanno ridere di più, che rimangono impresse. Queste saranno più facili da imparare anche in inglese.

Chi mi insegna? (L’inglese da adulti)

Nessun bimbo può imparare...da solo! C’è sempre qualcuno, la maestra, i genitori o i nonni, che devono aiutare a ripetere, anche solo a decidere cosa leggere, cosa guardare. 
Le risorse online sono tante.

Una domanda che mi sono posto anch'io è questa: “Conosco abbastanza l’inglese per aiutare i miei figli ad impararlo?”. Ecco alcuni consigli per aiutare i nostri piccoli senza troppe preoccupazioni:

  • La pronuncia, niente paura...ce ne sono così tante. Solo in Gran Bretagna, ci sono 50 accenti diversi. Impariamo il succo, l’essenza (soprattutto le consonanti). Poi il resto arriverà!                  
  • Ascolta, senti, riascolta. L’apprendimento passivo è molto più efficace di tante indecisioni. Canzoni, film, qualunque risorsa è utile, tanto ai bimbi piace guardare e riguardare!                            
  • Guarda, anch’io imparo! Sì, anche per imparare l’inglese, dare l’esempio e fare da modello è importante. Non bisogna imparare un’enciclopedia, basta qualche parola, una notizia al giorno, magari prima sul solito giornale, poi sulla BBC!                                                                              
  • App-ciù! Salute! Ovviamente le App! Ci sono apparecchi per ogni età, dai tablet per i più piccoli agli iPad. Qui si possono trovare alcune delle App più utili per imparare l’inglese anche da piccoli!




Conclusione.

Imparare si può, a ogni età, soprattutto da piccoli! Giocare, cantare, poi leggere e scrivere, con tanto divertimento (e con tutte le risorse che ormai si trovano, gratis, per tutti). 
Ce ne sono per ogni gusto e...per ogni età!

Ti è piaciuto questo articolo sui corsi di inglese per bambini? Vuoi imparare anche tu l’inglese o migliorare? Leggi anche l'articolo su come imparare l’inglese velocemente!

1 commento:

  1. Sai che mio figlio sta già facendo lezioni di inglese alla materna? E io approfitto per rispolverare, visto che in questo periodo si studia a casa!!

    RispondiElimina

L'e-mail da voi utilizzata per commentare è del tutto celata, Google rende visibile solo il nome con cui commentate e nient'altro.
Vi ricordo che se non desiderate loggarvi tramite e solo Google che tratta i vostri dati per poter commentare in questo blog potrete farlo in forma anonima, scegliendo l'apposita opzione presente nel menù a tendina proposta dal modulo dei commenti.
Per maggiori informazioni sui trattamenti dei dati vi invito a leggere la Cookie Policy cliccando sul bottoncino presente in alto a destra nella home del mio blog.

Lettori fissi

DISCLAIMER!!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica e non può quindi essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62/2011.
Le foto e gli oggetti presentati in questo blog sono frutto dell'ingegno dell'autrice e rimangono per tanto di proprietà della stessa.
Per quanto riguarda il materiale di terzi (foto, tutorial, link e quant'altro) l'autrice si impegna a citarne sempre correttamente la fonte e a comunicarne la pubblicazione in questo blog ai legittimi proprietari.
L'autrice prega chiunque ritenga che il proprio diritto sia stato leso di far presente il problema via email, in modo da poter rimuovere tempestivamente il materiale in questione.


"COOKIE POLICY"